farmacia-on-line

Le Farmacie On Line finalmente possono avviare una attività e-commerce anche dei farmaci (esclusi quelli da ricetta). E adesso che si fa?

L’attesa apertura delle farmacie on line dal 1° luglio 2015 è una realtà. In questo articolo non voglio spiegarti tecnicamente come aprire una farmacia on line (per questo ti invito a leggere questo articolo); piuttosto desidero darti una visione su:

  • cosa significa aprire un e-commerce di farmacia
  • cosa significa gestire un e-commerce di farmacia
  • che risultati economici attendersi da un e-commerce di farmacia.

Insomma, voglio descriverti a quali rischi andrai incontro se sceglierai di aprire una farmacia on line o al contrario quali opportunità ti perderai se sceglierai di non vendere farmaci con un e-commerce.

Inizio subito sfatando un mito: Internet non è l’Eldorado. Tutti conoscono un amico che ha un amico che vive in un paesino e vendendo on line a tutto il mondo per milioni di euro. Ti assicuro anch’io che queste persone esistono, e sono dei grandissimi esperti di Internet che hanno lavorato sodo anni per raggiungere questi risultati.

Quindi la questione non è semplicemente “quanto costa costruire un e-commerce di farmacia e in quanto tempo riprendo l’investimento”, ma piuttosto va inquadrata come “quanto è realmente grande il mercato del farmaco on line, e come farò a superare la concorrenza”.

corso-per-farmacisti

INIZIAMO VALUTANDO IL MERCATO

Il sito di una farmacia on line può vendere tutto l’assortimento di una parafarmacia. Si tratta quindi di migliaia di prodotti (farmaci e altro) che interessano praticamente tutti i cittadini italiani. A questo enorme mercato potenziale vanno sottratte tutte quelle persone che certamente non acquisteranno mai farmaci online, ovvero:

  • gli analfabeti funzionali (ovvero chi non sa leggere e scrivere in italiano)
  • gli analfabeti informatici (ovvero chi non sa andare su Internet)
  • i minori.

Volendo stimare quanti italiani potrebbero acquistare farmaci on line, considerando che gli utenti di Facebook in Italia sono circa 30 milioni (di cui una parte minori), possiamo dire che si tratta di circa 20 milioni di persone.

ORA CERCHIAMO DI CAPIRE COME SI COMPORTA IL MERCATO

Pensare che 20 milioni di italiani inizieranno ad affollare da subito le farmacie on line è pura utopia. Semplicemente per il fatto che la gente solitamente acquista i farmaci quando ne ha bisogno. E quando ne ha bisogno sa già dove andare, visto che le farmacie e le parafarmacie sono praticamente ovunque e che in farmacia e parafarmacia la consegna del farmaco è immediata. 

I farmaci eliminano i sintomi del malessere. Quindi chi ne ha bisogno li vuole subito, non va a cercare una farmacia on line.

I futuri acquirenti dell’e-commerce della farmacia saranno quindi prevalentemente interessati ad acquistare articoli continuativi (come ad esempio integratori, detergenti, creme, prima infanzia) e aggiungeranno i farmaci ai loro acquisti, SOLO per ottimizzare il costo della spedizione.

ADESSO GUARDIAMO ALLA CONCORRENZA

La farmacia on line ha due categorie di concorrenti:

  • farmacie e parafarmacie fisiche ben organizzate sotto il profilo del marketing, perché possono riuscire ad essere competitive per prezzo, consegna immediata e assenza di costi aggiuntivi (spedizione)
  • le centinaia di farmacie on line che stanno aprendo settimana dopo settimana.

Tutte le farmacie on line mireranno allo stesso obiettivo: acquisire un mercato più grande di quello attualmente costituito dal proprio quartiere. Per tutte la sequenza delle sfide saranno le stesse:

  1. arrivare agli utenti per primi
  2. conquistarli con prezzi accattivanti e un assortimento unico
  3. mantenere il rapporto con gli utenti nel tempo.

Obiettivi ardui: come si raggiungono gli utenti? Come si fa a monitorare e superare centinaia di concorrenti? Come si evita che il cliente ti tradisca in futuro?

Ti  prometto che scriverò presto altri articoli che affronteranno questi argomenti. Per il momento mi basta averti dato una idea della difficoltà competitiva che esiste su Internet. Certo è che chi vincerà questa partita avrà creato un affare veramente importante.

corso-per-farmacisti