Per aumentare gli utili della farmacia basta cambiando modo di lavorare. Non occorre investire, ma un prezzo da pagare c’è

Immagina per un attimo la tua farmacia, in un orario non meglio determinato del mattino. Come sempre i clienti entrano e si mettono in fila, ordinati, ad attendere il loro turno.

Adesso immagina che oltre a quei clienti che si mettono a turno, ne entrano altrettanti, che però iniziano a girare tra gli scaffali, alla ricerca di qualcosa di interessante da acquistare.

Per aumentare gli utili della farmacia occorre avere un solo obiettivo: persuadere i clienti che la farmacia non vende solo farmaci, e che pertanto può essere frequentata anche per altri motivi.

Riuscirci non è facile.

Dopo 20 anni di esperienza nella comunicazione specializzata nei punti vendita, ho trasformato le mie migliori strategie in istruzioni che i farmacisti possono adottare in maniera totalmente autonoma, e le ho raccolte nel protocollo Farmacista Vincente.

Il protocollo viene insegnato nell’Accademia Farmacista Vincente, una scuola permanente online che oltre alle lezioni offre il supporto in tempo reale, in modo da controllare che il passaggio dalla teoria alla pratica avvenga in modo corretto.

Ecco il prezzo da pagare per incrementare gli utili della farmacia

Centinaia di farmacisti iscritti all’Accademia Farmacista Vincente possono testimoniarti delle impressionanti vendite liberate con strumenti semplici ed economici.

In realtà, un prezzo da pagare c’è, anche se non in Euro: occorre studiare, mettersi in gioco, applicare e riapplicare, fino a quando le tecniche non sono diventate un processo automatico. E non è facile.

Un primo passo puoi percorrerlo con questo articolo, che riassume le 5 regole fondamentali da seguire per aumentare gli utili della farmacia.

Eccole: