I posti sono esauriti,
ma puoi iscriverti alla lista d’attesa.

Se è vero che i modelli commerciali delle farmacie devono costantemente evolversi per assecondare le continue mutazioni di mercato, è pur vero che per ogni novità da introdurre:

  • sarà certo il costo, per impiantarle;
  • non sarà affatto certo se produrranno un sufficiente ritorno economico, per ripagarle.

Questa incognita tra costi reali e benefici sperati costituisce il rischio di impresa.

I due approcci più diffusi tra i farmacisti sull’innovazione

Davanti alla necessità di innovare, l’approccio dei farmacisti si divide tra i rischia-tutto e i chiusi-a-riccio. Entrambi comportano un’atteggiamento potenzialmente dannoso:

  • i rischia-tutto, rischiano coi loro continui tentativi di indebolire la loro azienda sotto il profilo economico e/o energetico;
  • i chiusi-a-riccio, cristallizzando la loro azienda, la condannano ad un invecchiamento certo, e quindi ad una perdita di fatturato e marginalità.

Se è vero che innovare è assolutamente necessario, è pur vero che ogni innovazione ha un triplo costo:

  • costo economico, ovvero l’investimento monetario;
  • costo energetico, legato alla valutazione e all’installazione;
  • costo strategico, ovvero le opportunità cui si è rinunciato scegliendo quell’innovazione piuttosto che altre.

Chi va coi piedi di piombo (e io sono uno di questi) quindi non ha tutti i torti: gli errori costano cari.

Le innovazioni più diffuse in farmacia

INNOVAZIONI CHE HANNO SOPRATTUTTO UN COSTO ECONOMICO:

  • l’apertura di una cabina estetica,
  • l’accettazione di una proposta pubblicitaria,
  • l’apertura di un e-commerce,
  • l’acquisto del magazzino meccanizzato,
  • l’apertura di una parafarmacia,
  • la scelta di ristrutturare,

INNOVAZIONI CHE HANNO SOPRATTUTTO UN COSTO ENERGETICO E STRATEGICO

  • le strategie per acquisire nuovi clienti,
  • le soluzioni al “lassismo commerciale” dei collaboratori,
  • le strategie di fidelizzazione,
  • le strategie commerciali (ad esempio il Black Friday),
  • l’adesione o meno ad una rete di farmacie,
  • l’adesione ad un programma fidelity o cashback,
  • l’apertura di nuovo reparto commerciale,
  • l’acquisizione di nuove linee di prodotti,
  • l’acquisto di apparecchiature per autoanalisi e servizi,
  • le strategie per incrementare le vendite.

Se sei il titolare di una farmacia o di una parafarmacia, probabilmente stai già riflettendo su una o più di queste innovazioni. E il motivo per cui non hai ancora scelto è certamente legato alla valutazione del rischio d’impresa.

Come si fa a innovare senza rischio?

Ridurre il rischio d’impresa è apparentemente impossibile, perché nessuno ha la sfera di cristallo. Eppure un modo c’è, ed è anche estremamente sicuro.

Per mostrartelo, ti invito ad immaginare di avere un ristorante.

L’attività va bene e registri regolarmente il tutto esaurito. Una sera, chiudendo la cassa, ti viene quest’idea:

E se aggiungessi i coperti aggiungendo i tavoli nella corte interna anche in inverno, oltre che in estate?In fondo basterebbe acquistare le stufe a fungo e prendere una paio di camerieri in più: costi che verrebbero ripagati abbondantemente  dall’incremento delle vendite.”

Ti sembra un’idea perfetta. L’indomani mattina, ne parli col tuo socio e lui ti mette giustamente una pulce nell’orecchio:

“È vero, ma che succede se questa nuova condizione metterà i nostri clienti a disagio? Qui rischiamo non solo di spendere un sacco di soldi in stufe, bombole e personale, ma anche che i nostri clienti vivano un’esperienza negativa e smettano poi di frequentare il nostro ristorante.”

Ha ragione anche il socio: se andrà bene, avrai aumentato gli incassi ed espanso la tua attività, ma se andrà male dovrete leccarvi le ferite.

La scelta “sto fermo tanto è gratis” è apparentemente gratuita, perché se da una parte ti protegge da un rischio, dall’altra porta con se il costo della perdita di un’opportunità.

A questo punto, la maggior parte degli imprenditori effettua una scelta di impulso affidandosi al proprio buon senso, e quindi ugualmente sbagliata, sia che decidano di lanciarsi nell’innovazione, che se decidano di ignorarla.

CHI TI AIUTA A FARE LA SCELTA GIUSTA?

Va detto innanzitutto che davanti alle innovazioni il consiglio giusto non può dartelo, con tutto il rispetto:

  • né il venditore delle stufe, perché è in netto conflitto coi suoi interessi personali,
  • né uno pseudo-consulente che non abbia mai gestito un ristorante, perché ricadremmo nella trappola del buon senso,
  • né i corsi di Marketing e Business Administration, che non trattano questi argomenti pratici,
  • né i tuoi amici, parenti e collaboratori, perché anche qui, come nel caso dello pseudo-consulente, manca loro l’esperienza diretta.

Può aiutarti SOLO qualcuno che ci è già passato!

L’unico che può darti un consiglio affidabile sulla questione “acquisto stufe” è una persona che:

  • ha un ristorante simile al tuo, in un posto simile al tuo,
  • si sia assunto prima di te il rischio di questa innovazione.

Se potrai accedere alla sua esperienza, le possibilità che riprodurrai il suo successo (o il suo fallimento) acquistando le stufe, saranno direttamente proporzionali alla similitudine tra le vostre attività.

L’unico modo che esiste per ridurre il rischio di sbagliare affrontando un’innovazione non è affidandosi al buon senso, ma confrontandosi con chi che ci è già passato.

Condividere le tue strategie con chi ci è già passato ti aiuterà a contenere gli errori legati all’innovazione in farmacia

Le necessità commerciali di farmacie e parafarmacie sono sempre le stesse:

  • aumentare gli ingressi,
  • evitare che i clienti vengano solo per i farmaci,
  • fare partire nuove linee o nuovi reparti,
  • riempire gli eventi,
  • incrementare le vendite dei servizi.

Anche se sono tematiche profondamente diverse tra loro, si tratta sempre di convincere i clienti a seguire delle indicazioni. Il successo infatti dipende SOLO dalla combinazione:

[offerta interessante]      +    [comunicazione convincente]

Porto personalmente l’innovazione nelle aziende da oltre 20 anni fa. Strategia dopo strategia, errore, dopo errore, ho scoperto come standardizzare delle soluzioni, per poi applicarle a qualsiasi condizione specifica.

Le soluzioni che propongo portano risultati altamente efficaci perché sono già state collaudate decine o centinaia di volte in situazioni certamente molto simili alla tua: guarda la mappa delle farmacie e parafarmacie iscritte all’Accademia:

Dal 2017 ad oggi, ogni giorno assisto personalmente oltre 400 farmacisti iscritti all’Accademia Farmacista Vincente, nel mettere in pratica le mie strategie e i miei consigli.

Di queste testimonianze potrei mostrartene centinaia, perché l’Accademia ne produce decine alla settimana.

Non sono un fenomeno, ma un manager che da 20 anni supera le stesse difficoltà che adesso stai incontrando tu. A furia di sbagliare e correggere ho trovato delle soluzioni talmente efficienti che posso permettermi di insegnarle a centinaia di tuoi colleghi, senza temere di fornire loro dei consigli improvvidi.

Innovare senza rischio è possibile:

Forum Farmacia Commerciale è la prima consulenza strategica condivisa del settore, che unisce l’affidabilità delle mie strategie commerciali, all’esperienza pratica degli altri farmacisti partecipanti.

Ogni farmacista, a turno, presenterà a tutti i partecipanti la propria idea di sviluppo, per ricevere indicazioni pratiche su come metterla in atto senza errori:

  • sia da me, che proporrò una soluzione già collaudata,
  • che da chi, presente in aula, ha già affrontato un problema simile.

Si avvia quindi una contaminazione di esperienze vissute per azzerare – o quanto meno ridurre al minimo – quella sgradevole sensazione di procedere per tentoni.

Esaurito il suo problema, passeremo ad un altro partecipante, e così via.

A fine incontro tornerai a casa non solo con la soluzione al tuo problema, ma anche con tantissimi spunti che avrai preso ascoltando le esigenze degli altri partecipanti

Ecco su cosa otterrai un supporto immediato

Forum Farmacia Commerciale ti aiuterà a valutare subito come affrontare tematiche come:

  • l’apertura di una cabina estetica,
  • l’adesione ad un programma fidelity,
  • l’accettazione di una proposta pubblicitaria,
  • l’apertura di un e-commerce,
  • l’apertura di una parafarmacia,
  • la taratura di una nuova idea per acquisire nuovi clienti,
  • la scelta tra più progetti di ristrutturazione,
  • la soluzione al “lassismo commerciale” dei collaboratori,
  • la scelta delle strategie di fidelizzazione,
  • se, come e perché adottare il marketing diretto, e che risultati attendersi,
  • se aderire o meno a iniziative come il Black Friday e perché,
  • se aderire o meno ad una rete di farmacie,
  • se aprire un nuovo reparto commerciale,
  • come incrementare autoanalisi e servizi,
  • eccetera, eccetera, eccetera.

E i tuoi concorrenti? Fuori dalla porta!

Per consentire un clima interno rilassato, abbiamo messo un filtro alle iscrizioni.  Appena riceveremo la tua candidatura verificheremo se tra gli altri partecipanti non ci sono già tuoi concorrenti diretti:

  • se non ci sono, potrai partecipare;
  • se invece ci sono, purtroppo non potrai.

Altro fattore di garanzia: saranno presenti solo titolari di farmacia o parafarmacia. Niente collaboratori, consulenti, commercialisti, rappresentanti, fornitori, sponsor, ecc.

Ti aspetto giovedì 10 gennaio a Malpensa

Forum Farmacia Commerciale si svolgerà giovedì 10 gennaio 2019 dalle 10 alle 16 in un hotel vicinissimo all’aeroporto di Milano Malpensa, per semplificare al massimo le trasferte:

  • in auto: l’hotel è fuori dal traffico di Milano e ha un parcheggio gratuito,
  • in aereo: atterri a Malpensa e arrivi con la navetta gratuita dell’hotel,
  • in treno: scendi alla stazione dell’aeroporto di Malpensa e arrivi con la navetta gratuita dell’hotel.

Breve riepilogo dell’evento:

  • i partecipanti si riuniscono alle 10 in una tavola rotonda;
  • al tuo turno, esporrai il suo problema o la tua strategia, anche proiettando slide e foto;
  • io offrirò la mia soluzione al problema;
  • gli altri partecipanti potranno portare il loro contributo;
  • prima di chiudere il tuo caso, sceglieremo insieme il primo passo per realizzare la tua strategia.

Partecipando, ad un costo nettamente inferiore a qualsiasi consulenza, otterrai:

  • un’indicazione personalizzata sulla tua necessità specifica fondata sul mio consiglio mediato dall’esperienza pratica degli altri partecipanti;
  • una enorme fonte di ispirazione, derivata dalle strategie degli altri partecipanti;
  • una netta riduzione del rischio d’impresa sulla scelta che avevi in mente di attuare.

Come partecipare
a Forum Farmacia Commerciale

Il requisito fondamentale per partecipare a Forum Farmacia Commerciale è di essere il titolare di una farmacia o parafarmacia non in diretta concorrenza con nessuno degli altri partecipanti.

Sono previsti due livelli di partecipazione per giovedì 10 gennaio 2019:

  • Livello Ascolto
    Puoi ascoltare e intervenire, ma NON esporre il tuo problema. Max 20 partecipanti – € 200 + Iva
  • Livello Soluzione
    Puoi ascoltare, intervenire ed esporre il tuo problema. Max 10 partecipanti – € 500 + Iva

Abbiamo raggiunto il massimo numero di partecipanti. Se desideri, puoi iscriverti gratuitamente alla lista d’attesa: ti contatteremo nel caso in cui si libererà un posto.

L’evento sarà a Milano Malpensa giovedì 10 gennaio 2019, dalle 10 alle 16.

Cosa succede se la tua candidatura viene accettata

Se la tua candidatura verrà accettata (cioé non se non risulterai in concorrenza di nessuno dei partecipanti), ti chiederemo di confermare la tua iscrizione:

  • se ci avrai ripensato, ti basterà comunicarcelo: nessuna penale è prevista;
  • diversamente, acquisterai la tua partecipazione con la Garanzia Soddisfatti o Rimborsati*

* La Garanzia di Rimborso Totale verrà applicata senza se e senza ma: se dopo aver partecipato non sarai per qualsiasi motivo totalmente soddisfatto, ti basterà inviare una mail col tuo IBAN, anche senza fornire alcuna spiegazione, e ti vedrai accreditato l’intero costo della tua partecipazione in meno di tre ore, con relativa emissione di nota di credito.

Compila qui per iscriverti alla lista d’attesa

Tutti e 30 posti i disponibili sono già stati assegnati.
Iscrivendoti alla lista d’attesa ti richiameremo se si libereranno dei posti.